Impignorabilità della prima casa: quando e limiti previsti dalla legge

Impignorabilità prima casa

Impignorabilità della prima casa? Il pignoramento è una forma di esecuzione forzata che assicura al creditore un risultato simile a quello che avrebbe nel caso in cui il debitore pagasse in modo spontaneo il suo debito. Infatti, attraverso questa procedura il creditore sottrae in modo coattivo i beni presenti nel patrimonio del debitore per soddisfare il suo credito. 

Tra le tipologie di pignoramento previste per legge c’è il pignoramento immobiliare, ma quando è impignorabile la prima casa? Ossia quando la prima casa non può essere aggredita dai creditori in caso di debiti non pagati? 

In questo articolo analizziamo tutto quello che devi sapere sull’impignorabilità della prima casa

Pignoramento immobiliare: la prima casa è pignorabile?

Come anticipato, il pignoramento immobiliare è la procedura con cui un creditore espropria forzatamente un bene immobile di proprietà di un suo debitore insolvente. Capita spesso, però, domandarsi quali sono le situazioni che rendono impignorabile la prima casa o più semplicemente se la prima casa è pignorabile? 

Per rispondere brevemente e in modo semplice: sì, la prima casa è pignorabile. Ma non sempre. Infatti, è possibile procedere con il pignoramento della prima casa quando il debito è di natura privata, con una banca, un’azienda o una persona fisica. Se, invece, il debito è di natura erariale, e dunque il creditore è l’Agenzia dell’Entrate, sono previsti dei limiti e può capitare che si ricada nell’impignorabilità della prima casa. 

Ti potrebbe interessare questo articolo: L’Agenzia delle Entrate può pignorare la prima casa?

Quando la prima casa è pignorabile? 

Diversamente da quello che si potrebbe pensare la prima casa non è sempre protetta da impignorabilità. Infatti, come abbiamo visto, in caso di debiti con privati questi potranno procedere con il pignoramento dell’immobile, anche quando si tratta di una prima casa. 

Si tratta di una regola che vale, quindi, per qualsiasi debito privato. Gli unici limiti previsti per il pignoramento della prima casa sono legati all’eventualità in cui il creditore sia lo Stato, nella persona dell’Agenzia delle Entrate. 

Anche nel caso in cui la prima casa sia cointestata, sarà possibile per il creditore privato procedere con il pignoramento dell’immobile. E, in questo caso, il pignoramento si effettuerà sull’intero immobile cointestato e non solo sulla quota intestata al debitore. Poi, il comproprietario dell’immobile avrà diritto a una percentuale della somma di denaro ricavata dalla vendita dell’immobile, equivalente al diritto di proprietà che aveva sul bene. 

Impignorabilità della prima casa: tutti i limiti previsti 

Quando è impignorabile la prima casa? Ci sono dei limiti previsti per legge per il pignoramento della prima casa e in particolare sono state previste alcune condizioni per cui non è possibile procedere con il pignoramento dell’unico immobile di proprietà del debitore. 

La Legge n. 69/2013, modificando l’art. 76 del co. 2, DPR n. 602/73, ha previsto dei limiti al pignoramento immobiliare:

  • è l’unico immobile di proprietà del debitore (il debitore non deve essere titolare, neanche per quote, di altri immobili);
  • è l’immobile dove il debitore ha residenza anagrafica;
  • è un immobile accatastato come abitazione civile;
  • l’immobile non è qualificabile come bene di lusso (secondo le indicazioni del decreto ministeriale del 2 agosto 1969).

Risolvi subito il problema con il pignoramento della prima casa

Per risolvere il problema con il pignoramento della prima casa devi intervenire subito, evitando conseguenze peggiori. SalvaCasa è in grado di ripulire la tua fedina finanziaria cancellando il tuo nome dalla lista nera dei cattivi pagatori della CRIF (Centrale Rischi Finanziari). Dopo questa operazione potrai tornare nuovamente a chiedere prestiti e finanziamenti.

L’aiuto che ti offre SalvaCasa è totalmente privo di costi e ti consente di risolvere definitivamente il tuo problema con debiti e pignoramenti. Richiedi una consulenza completamente gratuita compilando il form che trovi qui sotto.

Richiedi una consulenza gratuita

Stai vivendo problemi di indebitamento o pignoramento che gravano sulla tua casa?

SalvaCasa è la soluzione per salvare la tua casa dalla svendita forzata in asta e da tutti i problemi che ne conseguono.

Compila il form e verrai contattato entro 48h da SalvaCasa per prenotare una CONSULENZA GRATUITA.

ULTIMI ARTICOLI
Mutuo
SalvaCasa SBRL

Mutuo non pagato: conseguenze e soluzioni

Può capitare che, dopo aver contratto un mutuo, non si riescano a pagare le rate per via di spese impreviste o di un cambio inatteso della propria situazione economica. Cosa succede se non si paga il mutuo? Quali sono i rischi, le consguenze e le possibili soluzioni?

Leggi l'articolo »
Cosa succede se non pago i debiti?
Pignoramento immobiliare
SalvaCasa SBRL

Debiti non pagati: conseguenze e rischi

In tempi di crisi economica capita, non di rado, che chi ha contratto uno o più debiti possa trovarsi in una situazione di difficoltà finanziaria. Cosa succede se non si pagano i debiti? Quali sono i rischi e le conseguenze per il debitore che non ha soldi e ha debiti non pagati?

Leggi l'articolo »
Pignoramento immobiliare
SalvaCasa SBRL

Pignoramento dello stipendio: cosa rischia la casa?

Molte persone si trovano a dover affrontare difficoltà finanziarie, spesso causate da eventi imprevisti come la perdita del lavoro, spese mediche improvvise o cambiamenti finanziari. In questi momenti critici, il pignoramento dello stipendio può rappresentare una delle più grandi preoccupazioni. Ma cos’è e come funziona?

Leggi l'articolo »